VHS è il Gioco di Ruolo dell’Orrore ispirato alle classiche pellicole di genere degli anni 70-80-90 come Halloween, Hellraiser, La Cosa e molti altri.

Una casa maledetta, lo scantinato di un ospedale psichiatrico, un villaggio di fanatici religiosi sperduto fra le montagne, un’astronave in cui si è insidiato un alieno parassita. Questi e molti altri sono gli scenari di VHS, il GdR Horror: luoghi comuni del nostro mondo a noi più o meno familiari. Luoghi dai quali i film e i racconti ci hanno insegnato a stare alla larga, dove si annidano paure… e Mostri. E sono proprio i Mostri ciò che sarete chiamati (o il più delle volte costretti) ad affrontare. Talvolta il Mostro può essere una creatura demoniaca, un lupo mannaro o una bestia famelica venuta dallo spazio, altre volte può essere una congrega di streghe, un assassino mascherato o una famiglia dal sorriso sempre pronto che però conserva i pezzi dei vicini in un frigo in cantina.

Ma cosa potrete mai voi contro di loro? Quante volte vedendo un film avete gridato allo schermo “non separatevi, razza di idioti!” oppure “è dietro di te!” o ancora “lì non ci sarei andato neanche morto”? In VHS non ci sarà bisogno di gridare (non per questo almeno), perché sarete voi assieme agli altri sopravvissuti (o se preferite aspiranti vittime) ad affrontare in prima persona gli orrori che si annidano nell’ombra. Sarete voi a impedire il rituale di invocazione di un demone kandariano; sarete voi a trarre in salvo i vostri compagni e voi stessi dalla sala delle torture di un maniaco sanguinario e sarete sempre voi a combattere contro uno spirito infestatore che rapisce le anime dei viventi.

Tutto questo immerso nelle atmosfere e nei cliché delle pellicole e dei racconti che hanno fatto la storia dell’horror.

Riuscirete a sopravvivere al massacro e a riscrivere il finale, oppure finirete per allungare la schiera delle vittime? Il vostro destino è nelle vostre mani. Almeno finché resteranno attaccate alle braccia.

VHS è un gioco che mischia gli elementi tipici di un gioco di ruolo, quali la narrazione e l’interpretazione dei personaggi, a quelli di un gioco da tavolo, come mappe e segnalini.
Nella prima metà della sua faccia, quella di Gioco di Ruolo, i giocatori si troveranno a vestire i panni di personaggi il cui scopo è quello di sopravvivere ai Mostri. Per farlo, avranno a disposizione una Scheda del Personaggio, 2 dadi a 6 facce (gli unici dadi che il gioco prevede) e il loro desiderio di continuare a vivere. Dall’altra parte, il master gestirà al solito le situazioni di gioco, le interazioni con i personaggi non giocanti (Attori non Protagonisti) e i Mostri, che potranno essere assassini spietati, alieni muta-forma, entità provenienti da un’altra dimensione e così via.
Il lato di Gioco da Tavolo invece prevede l’utilizzo di una mappa, o Set Principale (una palude, un villaggio sperduto fra i monti, una villa coloniale e così via) e di segnalini, atti a loro volta a identificare i personaggi e i loro spostamenti all’interno della stessa, oltre ai punti di interesse, che verranno rivelati di volta in volta tramite l’esplorazione.

La Scheda del Personaggio: Ogni personaggio è caratterizzato da 4 Parametri principali (Forza, Agilità, Mente e Carisma), 4 Tratti, un’Abilità Speciale, l’Equipaggiamento e i punteggi di Instabilità e di Ferite. In base a uno dei tre stati in cui può trovarsi (Calma, Paura o Shock) cambiano i punteggi dei Parametri e i Tratti che gli sarà possibile utilizzare; maggiori invece sono gli eventi terrificanti in cui si imbatte, compresi i Mostri stessi, più la sua Instabilità ne risentirà.

Il Set Principale: I Set Principali sono le mappe all’interno delle quali è possibile spostarsi, imbattersi in eventi di tensione (come il ritrovamento di un cadavere o un’apparizione demoniaca), scovare punti di interesse (Set Accessori), recuperare oggetti utili e ovviamente, imbattersi nei Mostri.

Gli spostamenti non sono dettati da tiri di dado ma dalla geografia stessa del Set Principale, che limita i movimenti alle aree adiacenti a quelle in cui il personaggio si trova. Spetterà ai giocatori sfruttare saggiamente il territorio, decidere come affrontarlo (se esplorarlo in cerca di oggetti, luoghi o indizi oppure muoversi cautamente) e soprattutto, se separarsi o meno. Scelta che, a volte, scoprirete essere la migliore.

I Mostri: I Mostri sono i principali (ma non gli unici) nemici dei personaggi. Ci sono moltissimi tipi di Mostri, dagli omicidi psicopatici ai non-morti, dai fantasmi ai demoni e via dicendo, ciascuno dei quali ha un modo di comportarsi diverso, un modo per sopravvivergli e talvolta (ma non sempre) per abbatterlo. Il Mostro può apparire in ogni momento, trascinare i personaggi nel suo rifugio per torturarli, impossessarsi dei loro corpi e ogni altro tipo di malevolenza tipica dei villain dell’horror. Come i personaggi, anche i Mostri hanno la loro scheda e i loro Tratti, ma anziché avere degli stati di Paura, Calma e Shock, posseggono un punteggio chiamato il Fear Counter. Più questo aumenta, più loro diventano pericolosi.

La Sessione di Gioco: Le sessioni di VHS si dividono in più parti, e non tutte sfruttano il Set Principale. Come in ogni film horror ci sarà un’introduzione dedicata alle prime interazioni fra i personaggi e che dura fino al momento cui “qualcosa inizia ad andare storto”, ovvero il Primo Terrore. Da questo punto in poi, il Mostro inizierà la sua caccia nel Set Principale, fino al momento in cui i Persoanggi non troveranno il modo di fuggire o non verranno sterminati dal primo all’ultimo.
Una sessione prevede la scelta di uno o più Set Principali, delle condizioni (linea assente, lontananza dalla civiltà, oscurità totale o parziale e così via), del gruppo di giocatori e ovviamente del (o dei…) Mostro. Tutto questo insieme da vita alla Pellicola. Una Pellicola può avere una durata breve (una singola sessione) ma anche protrarsi per due o tre giocate singole. Senza contare che molti film horror dopotutto hanno anche un seguito, no?

Lo Stile di Gioco: Tutto in VHS, dalle interazioni con i personaggi agli scenari, dalle regole ai Mostri, è strutturato non solo per gettarvi in mondi dell’orrore totalmente personalizzabili, ma anche per farvi sentire davvero come all’interno di una pellicola horror, con tutti i suoi cliché, le sue situazioni più tipiche e tutto il terrore che le vostre menti potranno sopportare.

Solo Mode: Pur essendo un gioco di ruolo classico basato sulle interazioni fra master e personaggi giocanti, VHS offre anche una modalità a giocatore singolo per un’esperienza di orrore personale… dove nessuno può sentirti urlare. Nella modalità a giocatore singolo cambiano l’approccio con il Set Principale e quello con il Mostro, le cui dinamiche vengono da una parte determinate in maniera casuale e dall’altra stabilite dalle azioni stesse del giocatore. Ogni Pellicola precostruita specifica se possa essere affrontata in modalità giocatore singolo o meno. Questa scelta varia in base all’importanza che il master detiene all’interno della sessione, specie per quanto riguarda il posizionamento di alcuni Set Accessori o la gestione degli eventi di gioco, che in alcune Pellicole non possono essere lasciati alla casualità.

Siete pronti a premere play… e ad urlare?